Questi sono tutti i documentari in cui puoi vedere YouTube completamente gratuito

Oltre tutti i portali di notizie a cui si vuole rimanere bloccati 24 /7 A causa del preoccupante problema di COVID-19, sappiamo che per superare questi giorni di quarantena mondiale ci vuole molto più che lavarsi le mani con acqua e sapone e usare le maschere solo se si è infetti.

Per lo stesso motivo, e in particolare per i nostri amanti del documentario, abbiamo deciso di dedicare le seguenti linee a raccomandare alcuni dei migliori documentari della settima arte. E, per aggiungere più valore, sono tutti completamente gratuiti e accessibili da YouTube.

Sappiamo che in questi giorni il settore che aumenterà maggiormente il suo numero sarà lo streaming, soprattutto perché coloro che non avevano nemmeno preso in considerazione l'adesione a un servizio, prenderanno in considerazione il pagamento dell'abbonamento mensile solo per avere un po 'di intrattenimento in questi giorni.

Tuttavia, per coloro che per ovvi motivi non possono aderire a Netflix o Disney Plus, queste opzioni sono disponibili gratuitamente su YouTube.

>

"Child of Rage: A Story of Abuse" (1990)

Senza dubbio, sebbene la produzione "Child of Rage: A Story of Abuse" sia del 1990, sappiamo che la trama del documentario emersa sotto l'occhio di HBO è più che senza tempo. Soprattutto per oggi, dove comportamenti irregolari e casi di violenza attirano molta più attenzione rispetto ai tempi passati.

Tuttavia, dobbiamo sottolineare che per alcuni "Child of Rage" non sarà un documentario facile da guardare, perché le immagini che compongono la produzione sono una raccolta di interviste tra il terapista Ken Magid e Beth Thomas, così come il loro trattamento e parziale recupero da un centro di cura per bambini.

Presumibilmente, il caso di Thomas era dovuto a una situazione di disturbo dell'attaccamento reattivo, in cui i bambini che ne soffrono sono classificati come "psicopatici". È interessante vedere, in una situazione attuale piena di docuserie su pandemie e condizioni di salute, come alcuni disturbi psicologici di un singolo individuo influenzino letalmente la società.

"Stephen Hawking" A Briefer History of Time "(1992)

Il seguente titolo è un adattamento documentario del libro più venduto di Stephen Hawking, intitolato "A Brief History of Time", che fornisce una spiegazione della cosmologia. Tuttavia, la produzione riguarda più la vita dello scienziato, supportata da interviste con alcuni membri della famiglia, colleghi e persino la tata infantile del genio.

Diretto da Errol Morris, insieme al produttore esecutivo Gordon Freedman e Anglia Television come coproduttori, il documentario ha generato un numero significativo di recensioni positive, oltre a un 95% su Rotten Tomatoes.

"Wisconsin Death Trip" (1999)

Un altro docudrama, abbastanza legato al genere di misteri e cause penali, è "Wisconsin Death Trip", pubblicato nel 1999 sotto la scrittura e la regia di James Marsh, come adattamento del libro di Michael Lesy (1973) che ha dato il titolo al produzione che includeva inoltre musica composta da DJ Shadow e John Cale.

La trama ruota attorno alla serie di macabri incidenti di Charles Van Schaick, a Black River Falls, Wisconsin. Attraverso la tecnica del bianco e nero, Marsh riesce a trasmettere emozioni uniche e, con la narrazione di Ian Holam, assicura che la produzione lasci un segno nel ricordo di chi la vede. "Volevo trasmettere nel film il vero pathos contenuto in un rapporto su quattro righe che registra e al contempo esclude la fine della vita di qualcuno", ha detto il live.

Certain A Certain Kind of Death '(2003)

Con una classificazione del 100% nel "tomatometro" di Pomodori Marci, la seguente raccomandazione fa parte delle produzioni di questo millennio in corso. Certain A Certain Kind of Death 'è stato rilasciato nel 2003, per dare uno sguardo a quelli di Los Angeles che lavorano come agenti di polizia, funzionari dell'obitorio, tra le altre specialità direttamente collegate alla morte.

Il docudrama si concentra sul trasmettere la storia di coloro che devono affrontare l'improvvisa morte, in particolare lo "stile" in cui molte persone salutano gli Stati Uniti. Grover Babcock e Blue Hadaegh erano incaricati di dare un "occhio" critico alla produzione del film, che può essere ottenuto gratuitamente presso YouTube.

"La famiglia che cammina a quattro zampe" (2006)

Allontanandosi per un momento dal genere drammatico e criminologico è "La famiglia che cammina a quattro zampe", una produzione della BBC Two di membri di una famiglia nel sud-est della Turchia che camminano come quadrupedi.

Il documentario è senza dubbio sostenuto da commenti scientifici e storici su quelli della famiglia Ulas che camminano con le mani e i piedi. Creato da Passionate Productions, il progetto è andato in onda nel 2006.

Attraverso la produzione, ha riunito specialisti nell'area e saremo in grado di sapere molto di più sul perché alcuni membri di quella famiglia camminano come scimmie. Scopri la verità dietro la disabilità subita da questi cinque membri.

"This is The Zodiac Speaking" (2007)

Coloro che amano le serie come "Criminal Minds" e persino il più attuale, "Mindhunter", conosceranno una o due cose sul serial killer "popolare" meglio conosciuto come The Zodiac, tuttavia ci saranno sempre dettagli su cui "sfruttare" dei più famosi casi di omicidio irrisolti negli Stati Uniti.

Indipendentemente da quanti sforzi siano stati fatti per dare una soluzione rilevante alle morti, i casi di "El Zodiaco" fanno parte degli omicidi di alto profilo più scioccanti della storia dei serial killer statunitensi. Pertanto, non siamo sorpresi che nel 2007 abbiano deciso di dedicare un'intera produzione al misterioso assassino.

Siamo nel 2020 e non c'è ancora un volto preciso su chi sia stato responsabile di sette morti tra il 1968 e il 1969, mentre alcuni documentari si concentrano sul sottolineare un'altra persona di interesse nel caso, questo specifico sceglie di analizzare di fatto, permettendo allo spettatore di trarre le proprie conclusioni.

"Forbidden Lie $" (2007)

Direttamente dall'altra parte del mondo – calma, no, non è il virus – abbiamo "Forbidden Lie $", un documentario australiano, diretto da Anna Broinowski, dove viene esplorata la menzogna dietro il fuoco dei ricordi scritti da Norma Khouri.

Il romanzo di Khouri 'Forbidden Love' si concentra su Dalia, una giovane donna musulmana giordana che è stata presumibilmente uccisa dalla sua famiglia in quello che è stato riconosciuto come un 'omicidio d'onore' mentre la giovane stava avendo una relazione con un Soldato cristiano.

Tuttavia, "Forbidden Lies" cerca di approfondire la mente di Khouri, poiché a quanto pare la storia con cui ha sollevato il suo romanzo di successo è stata una bugia, ma lei l'ha venduta come se fosse reale.

"Caro Zaccaria: una lettera a un figlio per suo padre" (2008)

È incredibile ammettere che sono passati 12 anni da quando questo caso ha preso vita nelle strade della Pennsylvania, ma ancora più sorprendente è sapere che il regista dietro il documentario, Kurt Kuenne, era un amico del giovane Andrew Bagby, che è stato vittima di un omicidio da tiro.

Kuenne decise di intervistare la famiglia e gli amici della vittima, nonché l'ex fidanzata di Bagby – che, dopo essere stata accusata come principale sospettata nel caso, annunciò che si aspettava un figlio dal giovane, che chiamò Zachary.

Il documentario è stato presentato in anteprima allo Slamdance Film Festival nello stesso anno ed è stato acquistato da MSNBC.

"Madness in the Fast Lane" (2008)

Continuando nel genere del dramma e dei casi penali – i favoriti del formato documentario – troviamo "Madness in the Fast Lane", la produzione della BBC trasmessa dalla BBC One, sul doppio atto criminale di due sorelle svedesi.

Ursula e Sabina Eriksson, due sorelle gemelle che sono entrate nel traffico sull'autostrada M6, sono state al centro del Regno Unito nel maggio 2008 e non proprio per la loro attrattiva. Proprio come il mondo è stato scioccato nel sentire le notizie, siamo rimasti scioccati nello scoprire gli eventi che hanno preceduto la decisione della coppia di lanciarsi nelle auto in movimento.

Coloro che vogliono saperne di più sul caso particolare, dovrebbero dedicare solo 49 minuti del loro tempo allo schermo di YouTube.

"La vita in un giorno" (2011)

L'ultima raccomandazione sulla nostra lista è, senza dubbio, la più attuale di tutte; e non lo diciamo per la data di rilascio, ma per il fatto che il progetto è stato eseguito e rilasciato YouTube nello specifico. "Life in a Day" è un documentario che si è formato chiamando la piattaforma a coloro che volevano contribuire alla produzione diretta da Kevin Macdonald (premio Oscar).

Il documentario è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival nel 2011 ed è stato anche trasmesso direttamente. YouTube. Indubbiamente un progetto interessante, soprattutto da godere in questi tempi di quarantena, poiché il focus della produzione è quello di migliorare l'essenza del quotidiano di ciò che conosciamo come Terra.